Stile di vita: Grande classico

Dublino: pedalando sotto i cieli d'Irlanda

Una settimana di vacanza in bicicletta per scoprire Dublino e i suoi verdi dintorni, tra i luoghi descritti da James Joyce e patria della Guinness. Vieni a pedalare al ritmo del rock degli U2!
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza lunedì
€ 620 per persona

Lascia a casa la fretta e vieni a Dublino: immergiti nel suo verde e pedala tra i monumenti più famosi come il Trinity College e la cattedrale di San Patrizio. Scopri con noi i suoi angoli più nascosti: per strada incontrerai arpe e cavalli, nelle piazze jazz session e spettacoli teatrali, nei pub musica e calore umano. Basta una settimana tra la ‘gente di Dublino’ per imparare a godersi la vita. Ti accoglierà un popolo ospitale con una coinvolgente voglia di divertirsi, magari con una pinta di Guinness in mano. Perché Dublino è sinonimo di pub, locali prettamente in legno dall’atmosfera calda e luci soffuse, delle vere e proprie istituzioni cittadine. Nomi come James Joyce, Oscar Wilde, Beckett, Enya e U2 sono solo un assaggio del genio di questo popolo!

Lunedì:

arrivo libero e sistemazione in hotel. Dalle 18 incontro con l’accompagnatore presso la reception dell’hotel: meeting introduttivo alla vacanza e consegna dei materiali. Prima cena in compagnia.

Martedì:

si parte per una prima pedalata verso il centro città fino a raggiungere la South Georgian Area, il quartiere georgiano dove si respira un'atmosfera indescrivibile. Puntiamo poi su Merrion Square e il Merrion Garden, più che un parco un vero giardino botanico dove troneggia la statua del poeta Oscar Wilde. Lasciandoci alle spalle la National Gallery (che chi vuole potrà visitare nel giorno libero, ingresso ad offerta) ci dirigiamo verso il Trinity College dove è custodito il “Book of Kells”, poi non dimentichiamo una sosta alla statua di Molly Malone. Ci addentriamo nel quartiere di Temple Bar per la pausa pranzo: come non assaporare un’ottima pinta della leggendaria birra scura Guiness? Dopo la visita ai pub più caratteristici della città rientriamo in hotel passando davanti al Gaiety Theatre e attraversado St.Stephen's Green, il parco dove è stato girato un famoso video degli U2. Cena in hotel e serata in compagnia.

Mercoledì:

Oggi ci dirigiamo verso la costa, per percorrere l’impedibile sentiero della Sugar Loaf. Con una breve pedalata raggiungiamo Bray, lasciamo le bici e percorriamo a piedi un piacevole itinerario che ci conduce a Greystone, villaggio situato all’estremo sud della baia. Lungo il percorso ammiriamo la frastagliata costa irlandese con scogliere che ricorda le più imponenti di Moher. Pausa pranzo in riva al mare e se siamo fortunati vedremo spuntare dall’acqua qualche foca! Per il rientro possiamo ripercorrere la stessa strada oppure chi è stanco può prendere la Dart. Al rientro in hotel c’è tempo per rilassarsi nella Spa, prima del ritrovo per cena.

Giovedì:

È tempo di ritornare in città, saliamo in bici per raggiunge il Grand Canal, il canale ancora navigabile e  seguendo una stradina ciclabile che corre lungo la riva attraversiamo i quartieri vittoriani di Dublino, dove si trova la casa dove è vissuto Yeats. Attraversiamo in canale e ci dirigiamo alla St. Patrick Cathedral, che merita sicuramente una visita, e poco più avanti la Christ Church. Passando davanti alla Guinness Store House, , il vecchio edifico ora museo della famosa birra, raggiungiamo il Phoenix Park per pranzo. È il più grande parco d'Europa con i daini che vivono in libertà dove possiamo goderci una la siesta all'insegna della Dublino verde. Dopo esserci rigenerati, prendiamo la via del ritorno passando per le Kilmainham Gaol, le ex prigioni di Dublino dove furono detenuti molti militanti nazionalisti, ora diventate un museo. La giornata si conclude pedalando verso l’hotel e con un ottima cena in compagnia.

Venerdì:

giornata libera. Consigliamo un'escursione attraverso i centri di epoca vittoriana come Enniskerry, in gaelico il "guado brullo", uno dei più suggestivi villaggi ai piedi dell'altopiano di Wicklow. La contea di Wicklow è considerata il "giardino d'Irlanda": splendidi paesaggi di montagna, valli profonde, acque sorgenti, placide cascate e laghetti romantici, insomma luoghi da fiabe celtiche. Tra i due laghi, nella valle di Glendalough, un piccolo insediamento monastico ha prosperato a partire dal VI secolo. A chi preferisce la gita in città consigliamo i ponti del Liffey che sono delle vere e proprie opere d’arte. Quello più antico, O'Connell Bridge, è dedicato al famoso politico irlandese il Liberatore, ovvero Daniel O’Connel; l’Ha’Penny Bridge, invece, è il più bizzarro, soprattutto per la scelta del nome, perché rievoca il pedaggio che un tempo si pagava per attraversarlo. Oggi il ponte è stato restaurato ma rimane sicuramente il cuore di Dublino, assieme al Millenium Bridge, perché richiama all’atmosfera del Temple Bar e alle canzoni più famose degli U2. Infine, meritano una visita i ponti dell’architetto Calatrava, affascinanti anche di notte per il loro colore luminescente. Oppure in treno o in bus, in sole due ore di viaggio, si può raggiungere Belfast! 

Sabato:

Oggi prendiamo la Dart, che ci porterà ad Howth, la splendida penisola a poca distanza da Dublino. Si visita il porticciolo e il molo fino a raggiungere il faro di questo villaggio di pescatori; con un po’ di fortuna è possibile avvistare qualche esemplare di foca, sempre ghiotte del pesce lanciato loro da qualche pescatore. Possiamo percorrere una parte del sentiero pedonale da dove si scorge il faro di Howth situato più ad est, il Lighthouse, e l’affascinante torre a martello di Sutton: da qui, nelle giornate più limpide, è possibile contemplare le suggestive coste del Galles. Pranzo a base di pesce con il tradizionale Fish & Chips o altri piatti tipici della baia. Poco conosciuto, ma molto interessante è il Vintage Radio Museum all’interno della Torre Martello, dove per un periodo ha vissuto il nostro connazionale Marconi. Rientriamo in hotel e chi vuole si ferma a fare le ultime compere a Dublino. 

Domenica:

si torna a casa ma il ricordo di questa vacanza nell'isola di San Patrizio resterà a lungo con voi!

€ 620
per persona

Richiedi maggiorni informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto le condizioni sulla Privacy: Sì No

Gli imperdibili

Gli imperdibili
  • bere una Guinness al Temple Bar
  • foto con James Joyce
  • la musica dal vivo nei pub

Codice vacanza: DUB17
Sistemazione:

Rochestown Lodge Hotel 3 stelle, lungo la baia con centro benessere, a due passi dai paesini di Joyce, Enya e Bono.


Maggiori info
Quota individuale: € 620.
Noleggio bici:

€ 50 per 3 giorni.


Noleggio bici elettrica:

€ 120.


Supplemento singola:

€ 200.


Comprende:

sistemazione in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione, accompagnatore/interprete, percorsi guidati, assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

viaggio, bevande, la cena del venerdì e quanto non indicato alla voce "Comprende".


Accompagnatore:

uno dell'équipe di Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna lungo i percorsi guidati previsti dal programma. Conosce la lingua locale, è esperto dei luoghi che si visitano e ci mette tutta la passione per farti vivere una vacanza speciale.


La migliore vacanza Jonas finora! Rossella - Agosto 2015



Il nostro accompagnatore è stato capace, professionale, simpatico, disponibile. Ottima guida. Miriam - Agosto 2015



Il paesaggio e le persone (compagni di viaggio) Una lode speciale al nostro accompagnatore, davvero una persona squisita e preparata. Alessandro - Agosto 2016



Gli imperdibili

Gli imperdibili
  • bere una Guinness al Temple Bar
  • foto con James Joyce
  • la musica dal vivo nei pub

€ 620
per persona
Commenti:

La migliore vacanza Jonas finora! Rossella - Agosto 2015



Il nostro accompagnatore è stato capace, professionale, simpatico, disponibile. Ottima guida. Miriam - Agosto 2015



Il paesaggio e le persone (compagni di viaggio) Una lode speciale al nostro accompagnatore, davvero una persona squisita e preparata. Alessandro - Agosto 2016