Stile di vita: Nella natura

La Sicilia che non ti aspetti: trekking e off road tra Nebrodi e Madonie

Non solo mare. La Sicilia è un'isola di mare che ti parla di montagna! Esplorando la parte nord scopriremo montagne, fiumi, cascate e un'emozione dopo l'altra
Durata
7 giorni e 6 notti
Partenze
Date
Partenza domenica
€ 1150 per persona

Dimentica le testimonianze greche, le spiagge affollate e le città barocche: questo itinerario ti farà scoprire un volto nuovo della Trinacria, fatto di boschi, monti, canyon e colate laviche. Vieni a vivere con il cuore una Sicilia alternativa e altrettanto affascinante, che ti farà innamorare e divertire tra un trekking e l'altro, chilometro dopo chilometro da percorrere a bordo di comodi fuoristrada, tra i freschi boschi delle Madonie, dei Nebrodi e dei Peloritani, circondato da rocche affascinanti e misteriose, fiumi, laghi e il fragore delle cascate. Se cerchi una vacanza in montagna la tua direzione non è sempre il Nord: da Palermo a Catania, percorrendo la dorsale dei Nebrodi, la strada è ricca di emozioni inattese e ti porta su, fino alla sommità dell'Etna...

Prosegui la tua vacanza: 100% Sicily: da Catania a Palermo tra trekking e off road

Domenica:

dopo essere arrivati all’aeroporto di Palermo partiamo subito per il primo luogo incantevole nonché l'unico di mare di tutta la settimana. Andremo in un tratta di costa vicino a Cefalù, all'ombra delle Madonie, nella direzione opposta alle località affollate, in quella Sicilia dove la Natura la fa da padrone. Ci godremo il sole e il mare, con la possibilità di scoprire le lunga e antica costa di Himera nel pomeriggio. Riprendiamo le auto in direzione del pittoresco borgo di Castelbuono, nel Parco delle Madonie, dove ci sistemeremo in B&B e gusteremo la nostra prima cena tutti insieme.

Lunedì:

dopo colazione questa mattina ci addentriamo nelle Madonie, un paradiso botanico le cui vette raggiungono anche i 1.979 metri di quota, ospita oltre la metà delle 2.600 specie presenti in Sicilia e circa 150 dei 200 endemismi. Qui scopriremo i segreti della manna, un tempo chiamata miele di rugiada, un alimento della tradizione siciliana che si ottiene dall'incisione del Frassino e oramai viene prodotta in una zona limitata di circa 250 ettari all’interno del Parco delle Madonie seguendo le tecniche tradizionali, tramandate nelle famiglie contadine da padre in figlio. La giornata sarà anche caratterizzata da una passeggiata singolare, tra natura e cultura. Visitiamo infatti la Fiumara d'Arte, un museo diffuso di scultura contemporanea all'aperto, in cui la simbiosi tra arte e natura è imprescindibile ed opere monumentali si inseriscono nei paesaggi della Sicilia, li arricchiscono di significato e ne sono arricchite a loro volta. Il nostro percorso ci vedrà peregrinare tra interno e costa, tra vista sui boschi e vista mare: siamo infatti tra i panorami del Parco dei Nebrodi e il Parco delle Madonie, ma a poca distanza da Cefalù. Sosta per un pranzo al sacco, poi nel pomeriggio ripartiamo per Mistretta, dove ceneremo e ci sistemeremo per la notte. Detta anche la "Sella dei Nebrodi" per la sua particolare conformazione, sorge su un colle tra i 950 e i 1100 metri sul livello del mare, nei boscosi monti Nebrodi.

Martedì:

colazione presto e ripartiamo per la famosa Dorsale dei Nebrodi, l’itinerario più spettacolare ed avventuroso in Sicilia, un lungo itinerario escursionistico che da Serra Merio, comune di Mistretta, conduce a Portella Dagara, comune di Floresta. Cammineremo tra boschi, laghi, panorami e natura incontaminata, fermandoci per un veloce pranzo al sacco e riprendendo la camminata fino alla metà del pomeriggio. Sarà poi ora di ripartire verso Cesarò, dove riposeremo le gambe e gusteremo le pietanze tipiche in un comodo agriturismo.

Mercoledì:

mare, monti, arte, fiumi... ma la Sicilia che stiamo visitando ha ancora molto da mostrarci. Oggi ci spostiamo per scoprire i laghi d'alta quota di Maulazzo e Biviere, di assoluto interesse naturalistico, inseriti nelle faggete più a sud d'Europa. La location è perfetta per un pranzo al sacco, immersi nella natura, per riposarci un po' prima di ritornare alle auto e, ripercorrendo la Dorsale dei Nebrodi, arrivare a Floresta, dove tra una chiacchiera e l'altra, arriverà presto l'ora della cena.

Giovedì:

la strada oggi ci porta ad un'altra meraviglia della natura: le Rocche dell'Argimusco, conosciute come megaliti per la loro somiglianza a Stonehenge, solo che qui si tratta esclusivamente di un'opera della Natura! Misteriosi e stupefacenti, alcuni sono stati plasmati dall'erosione della pioggia e del vento fino a renderli talmente simili ad elementi reali da far apparire queste pietre delle vere e proprie "sculture create dagli Dei". E' così che lungo la nostra passeggiata, incontreremo simboli della fertilità, mammut, un gigante che dorme, un'aquila e una donna in preghiera... Da qui iniziamo a vedere l'Etna, la nostra ultima tappa. Ma prima ci fermiamo a Montalbano Elicona, il nostro rifugio per la cena e per la notte. 

Venerdì:

ci risvegliamo in questo splendido borgo, a cui è stato assegnato il titolo di Borgo dei Borghi nel 2015. Colazione e via, il trekking di oggi ci farà scoprire la bellezza delle Gole dell'Alcantara. Migliaia di anni fa, dal contatto della lava incandescente dell'Etna con l'acqua gelida del fiume si sono formate delle gole profonde fino a 25 metri, le cui pareti hanno assunto forme asimmetriche dall'aspetto quasi ultraterreno. Ci sembrerà di essere sulla luna! La passeggiata ci farà venire fame, quindi prima di proseguire, ci fermeremo per un magico pranzo al sacco nel bosco del Ragabo: un'oasi di pace, di bellezza e di luoghi incontaminati. Ed eccoci infine al cospetto dell'Etna: siamo pronti a salire in quota? La passeggiata sul versante nord ci porterà fino a quota 3000 metri, su, fino ai crateri sommitali, quelli che in passato erano considerati dai Greci e dai Romani la porta degli inferi. Rigenerati da questa emozione incredibile, ci sistemeremo in rifugio, scendendo a circa 1000 mt, coronando questa ultima giornata insieme con una prelibata cena tipica. Prima di dormire, facciamo il pieno di stelle immersi nel bosco dell’Etna e perchè no, esprimiamo un desiderio, magari quello di tornare presto in Sicilia...

Sabato:

è tempo di partire per l’aeroporto di Catania, l'Etna ci accompagnerà in lontananza  

IMPORTANTE:

a causa di improvvise variazioni del rischio vulcanico e conseguenti divieti, l'escursione sul cratere potrebbe subire variazioni non prevedibili e non imputabili alla nostra organizzazione.

€ 1150
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Mostra che sei umano scrivendo il testo dell'immagine:
Perchè nella Natura

Perchè nella Natura
  • off road nei boschi
  • tutta la natura della Sicilia
  • pranzi nella natura

Codice vacanza: MTX19
Dove: Sicilia - Palermo - Catania
Sistemazione:

Gli indirizzi delle sistemazioni saranno forniti ad iscrizione avvenuta.


Accompagnatore: uno del team di Jonas esperto dei luoghi, che coordina ed accompagna il gruppo durante la vacanza. Inoltre autista esperto di guida off road.
Quota individuale: € 1150.
Supplemento singola:

su richiesta.


Comprende:

sistemazione in B&B, rifugi, agriturismi o hotel in camere doppie/triple, trattamento di pensione completa (colazione, light lunch o pranzo al sacco, cena), pick-up all'aeroporto di Palermo, percorsi guidati con spostamenti in fuoristrada e autista, accompagnatore e assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

volo (andata su Palermo e rientro da Catania), tassa di soggiorno, bevande, transfer finale all'aeroporto di Catania e quanto non specificato alla voce “Comprende”.


Perchè nella Natura

Perchè nella Natura
  • off road nei boschi
  • tutta la natura della Sicilia
  • pranzi nella natura

€ 1150
per persona