Stile di vita: Attiva

Scopri l'Altopiano di Asiago in bici: scegli se scoprirlo in E-bike o Fatbike

Ti piace rimanere attivo anche in vacanza oppure preferisci ammirare con calma i paesaggi dell'Altopiano dei Sette Comuni? Se la tua passione è la bici, scegli la novità di una fatbike oppure scegli di pedalare dolcemente con una bicicletta elettrica. L'Altopiano di Asiago è pronto a sorprenderti coi sui itinerari, sali in sella e parti!
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza domenica
€ 570 per persona

Due bici innovative che ti faranno scoprire questa vacanza in due modi diversi. Le fatbike sono nate per pedalare su terreni morbidi come sabbia o neve, i pneumatici più larghi aumentano l’aderenza e consentono di muoversi agilmente anche su terreni sterrati, anzi è proprio qui che viene il bello: pedalando su strade sconnesse hai la sensazione di essere su un terreno liscio! La e-bike invece è la bici a pedalata assistita che permette di goderti lo scenario circostante senza fatica. L'Altopiano di Asiago oltre a malghe, prodotti enogastronomici e panorami mozzafiato offre di più: un intenso percorso storico-naturalistico che riporta ancora i segni della Prima Guerra Mondiale. Oggi la forza della natura è riuscita a mitigare ed addolcire le asprezze passate ed è proprio ripercorrendo, ora in pace, non solo i sentieri dei boscaioli e dei pastori, ma anche le vecchie strade militari che possiamo ammirare al meglio le montagne più dolci dell'arco prealpino. Sali in sella e parti per questa originale iniziativa!

Domenica:

arriviamo a Casa Sant’Antonio nel tardo pomeriggio. Ceniamo assieme e ascoltiamo la presentazione del programma settimanale: stasera usciamo per una prima passeggiata in compagnia nei dintorni di Asiago.

Lunedì:

dopo una ricca colazione, saliamo in sella e percorriamo un tratto della Strada del Trenino, percorso ciclopedonale che si alterna a prati e boschi, e da qui arriviamo fino a Canove. Ci dirigiamo poi verso località Boscon oltrepassando il cimitero militare Inglese. Dopo una breve visita a questo luogo sacro, aggiriamo in sella alla nostra bici il Monte Lemerle per salire fino a Pozza del Favero con una breve sosta al bar-rifugio
Alpino. Arriviamo fino a bocchetta Paù e qui ci fermiamo per ammirare questo punto panoramico da togliere il fiato! Passiamo lungo la Strada delle Malghe, dove sosteremo per un pranzo. Il ritorno lo faremo per la Val di Granezza fino al Prunno, da qui costeggiamo l'Osservatorio Astronomico per poi prendere un percorso ciclo-pedonale fino ad arrivare ad Asiago. Per il pomeriggio, magari, un po' di shopping "sportivo" al Punto Sport di Gallio oppure da Moda Tal a Canove. Al rientro è d'obbligo un primo aperitivo tutti assieme!

Durata e dislivello: 40 km +500mt

Martedì:

oggi ci dirigiamo verso Gallio, attraversando i prati dell'Ossario e alcune contrade. Effettuiamo un percorso in leggera salita fino alla località Turcio, per poi risalire nei boschi verso il Monte Corno e la valle di Campo Rossignolo. Dopo un buon pranzo all'Osteria della Fontanella, ci dirigiamo verso Cima Ekar per imboccare un sentiero nel bosco fino ad arrivare a Val di Melago. Qui il panorama si allarga verso nord, vista Melette, per poi chiudere il giro ad anello in località Bertigo. Rientriamo tramite contrada Pennar, dove troveremo il famoso Caseificio. Sul tardi potremmo fare quattro passi nel centro di Asiago a vedere il Sacrario Militare del Laiten e il Museo delle Vecchie Carceri. Serata in compagnia con cena a base di prodotti tipici come le patate di Rotzo, la soppressa, la polenta, senza dimenticarsi ovviamente del gustoso formaggio locale.

Durata e dislivello: 45 km +700mt

Mercoledì:

oggi gita fuori-porta. In auto raggiungiamo la località Campomulo, le bici ci seguiranno portate dal carrello-transfert. Da qui saliamo in sella e scendiamo nella Piana di Marcesina, uno dei luoghi maggiormente colpiti da “Vaia”, il ciclone che ha cambiato completamente il paesaggio con circa 14 milioni, tra faggi, abeti bianchi e rossi, di alberi caduti o spezzati dalla furia del vento nei boschi del Trentino, dell’Alto Adige, del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. La Svezia d'Italia è comunque sempre magica, con le sue malghe, i suoi boschi e i suoi pratoni. Risaliamo poi nei pressi di Malga Mandrielle. Da qui facciamo una sosta pranzo al Rifugio Campomuletto immerso nel verde che ci permetterà di visitare il suggestivo museo all’aperto denominato dell’Immaginario. Da qui si ritorna in struttura per un pomeriggio all'insegna del relax e per chi vuole una passeggiata in Val di Nos oppure una visita all'Istituto di Cultura Cimbra a Roana o al Museo dei Cuchi a Cesuna!

Durata e dislivello: 25 km +400mt

Giovedì:

dopo colazione attraversiamo Asiago e la sua piana, per ricollegarci alla Strada del Trenino fino a Tresche Conca, passando tra suggestivi paesaggi costellati da storici ponti e gallerie. Da qui in una giornata serena potremo ammirare il versante più scenografico dell'Altopiano, da Rotzo fino alle Dolomiti di Brenta. Proseguiamo fino al Forte Corbin, fortezza militare costruita a difesa del confine italiano contro l'Impero austro-ungarico, nel comprensorio del Monte Cengio. Nella strada del rientro, facciamo una sosta all'Agriturismo Malga Roccolo per uno spuntino rigenerante. Nella strada del rientro troveremo alcuni Musei dell'Altopiano, i “Cuchi” a Tresche-Cesuna e “Museo della Grande Guerra” a Canove. Questa sera dopo cena, magari si esce per un Cinema o una birretta ad Asiago.

Durata e dislivello: 50 km +800mt

Venerdì:

dopo colazione salutiamo le biciclette e partiamo assieme per un Trekking, direzione Nord, Monte Zebio. Questa montagna è stata teatro di sanguinose battaglie durante la Prima Guerra Mondiale e infatti qui possiamo trovare le prime testimonianze di scontri, come il cimitero della brigata Sassari, la mina di Scalambron, e la rete di trincee ancora visibili. Dopo questo intenso excursus storico ci rilassiamo per un pranzo presso Malga Zebio per assaggiare i gustosi prodotti della zona. Da qui si ritorna in struttura e potremo avere un pomeriggio libero. Qualcuno vuole portare a casa dei souvenirs? Facendo due passi nel centro di Asiago si incontrano una miriade di prodotti eno-gastronomici tipici della zona, come il formaggio Asiago del caseificio Pennar, i mieli dell'Apicoltura Guoli, le marmellate e i distillati di Rigoni, la storica torta Ortigara e l'amaro Kranebet. Poi l’ultima serata in compagnia: brindiamo per la settimana appena passata!

Durata e dislivello: 9 km +500mt

Sabato:

è tempo dei saluti, lasciamo l’Altopiano con la sua natura e i suoi scorci unici e torniamo a casa con un bagaglio ricco di ricordi storici.

€ 570
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Perché Attiva

Perché Attiva
  • amare lo sport anche in vacanza
  • voglia di arrivare in cima
  • pedalare nel bosco

Codice vacanza: ASB19
Dove: Veneto - Altopiano di Asiago - Vicenza
Sistemazione:

Albergo - Casa Sant’Antonio rappresenta un rifugio dove potrai rilassarti immerso nella pace, in cui trovare il contatto con la natura circondato dalla meravigliosa cornice di boschi e prati dell’Altopiano. È l’alternativa ideale per chi vuole staccare senza isolarsi, scegliendo una soluzione fuori dalla città, ma a soli 4 km dal centro di Asiago.


Scopri la sistemazione
Quota individuale: € 570.
Noleggio bici:

Fatbike: € 100.


Noleggio bici elettrica:

€ 100.


Supplemento singola:

su richiesta.


Comprende:

sistemazione in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione, accompagnatore, percorsi guidati, assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

viaggio, bevande, tassa di soggiorno e quanto non indicato alla voce “Comprende”.


Accompagnatore:

uno del team Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna lungo i percorsi guidati previsti dal programma. È esperto dei luoghi che si visitano e ci mette tutta la passione per farti vivere una vacanza speciale.


L'accompagnatore è stato davvero gentile e disponibile, si è prodigato a soddisfare al meglio le esigenze di tutti.
Il paesaggio di Asiago è bellissimo e il gruppo era coeso.

Elisa - Agosto 2018



Il panorama dell'Altopiano con i suoi sentieri e paesaggi davvero bellissimi.

Stefania - Luglio 2018



Perché Attiva

Perché Attiva
  • amare lo sport anche in vacanza
  • voglia di arrivare in cima
  • pedalare nel bosco

€ 570
per persona
Commenti:

L'accompagnatore è stato davvero gentile e disponibile, si è prodigato a soddisfare al meglio le esigenze di tutti.
Il paesaggio di Asiago è bellissimo e il gruppo era coeso.

Elisa - Agosto 2018



Il panorama dell'Altopiano con i suoi sentieri e paesaggi davvero bellissimi.

Stefania - Luglio 2018