Stile di vita: Nella natura

Lago Maggiore: weekend slow panorama

Atmosfere indimenticabili dove il camminare si trasforma in poesia.
Durata
3 giorni e 2 notti.
Partenze
Date
Partenza Venerdì
€ 280 per persona

Weekend escursionistico di facili passeggiate alla scoperta dei romantici panorami del Lago Maggiore. Facciamo base in un hotel dell'entroterra della sponda occidentale del Verbano, in un punto strategico per accedere facilmente ad un comprensorio paesaggistico, naturalistico e culturale tra i più apprezzati dal turismo internazionale. Andremo a camminare dentro un paesaggio fruibile attraverso una ricchezza d'itinerari da seguire con approcci "lenti", secondo la filosofia dello "slow panorama": un'attività escursionistica adatta a tutti, contemplativa e sportiva che, sfruttando le numerose reti sentieristiche in quota consente, con modesti dislivelli, di godere contemporaneamente dei principali belvederi verso la regione dei Laghi Insubrici (Monate, Maggiore, Varese) e la Pianura Padana, e verso il grandioso anfiteatro montuoso del Parco Nazionale della Valgrande e del tratto della Catena delle Alpi centrali tra l'Italia e la Svizzera (Monte Rosa, Mischabel, alpi Lepontine)..

Venerdì:

arrivo nel pomeriggio all'Hotel Pian Nava. Conoscenza della Guida e piccola escursione al belvedere del monte S. Salvatore (825 mt) di Premeno, eccezionale punto panoramico sul golfo Borromeo. Rientro in albergo, cena e illustrazione del programma di sabato.

Sabato:

dopo aver raggiunto con i propri mezzi la località di Piancavallo iniziamo il trekking imboccando e percorrendo un primo tratto di quella incredibile infrastruttura militare conosciuta come Linea Cadorna. La Linea Cadorna è una rete molto articolata di carrarrecce, strade militari, sentieri, postazioni d'artiglieria, trincee e casermette volute dal Gen. Luigi Cadorna come sistema difensivo nei confronti di un ipotetico attacco da norddelle truppe austro-ungariche. Mai utilizzata durante la Prima Guerra Mondiale, oggi è una testimonianza importante di storia e d'ingegneria militare oltre che un tracciato escursionistico prestigioso. Procediamo lungo il fantastico sentiero-cornice del Morissolo, quasi sospeso a picco sull'estremità settentrionale del lago Maggiore. La vista diventa ancora più superba quando, passando sotto le gallerie che fungevano da ricovero per i cannoni, sbuchiamo sulla vetta del Monte Morissolo. Proprio sotto di noi i Castelli di Cannero, costruiti dalla famiglia Borromeo per controllare questo specchio di lago che confina con la Svizzera. Scendiamo dalla vetta del Morissolo, dalla luce forte del sole che si riflette nel lago, per infilarci nella fresca e ombrosa foresta di faggi che ci accompagnerà per un po', quasi fino in cima al Monte Spalavera (1533 mt). Lo Spalavera sembra un'altura modesta, con le sue forme dolci e collinose, e invece ci riserva una duplice prospettiva panoramica strepitosa. Da un lato il colpo d'occhio sognante sull'intero dispiegarsi del Lago Maggiore, da Verbania fino all'estremità meridionale, dove il fiume Ticino riprende il suo corso verso il mare. Dall'altro le prime asperità selvagge che annunciano il mistero e il fascino dell'area wilderness più grande d'europa: il Parco Nazionale della Valgrande. E appena oltre, a chiudere l'orizzonte, i giganti di ghiaccio e neve dei Quattromila. Dopo il pranzo al sacco, scegliamo una breve variante nel bosco di faggio che ci porta a Pian Puzz, da dove, sempre su un tratto notevole della Linea Cadorna, raggiungiamo Colle per imboccare il sentiero di crinale che ci farà guadagnare un altro entusiasmante belvedere: quello del Morissolino, privilegiato per essere in perfetta linea d'aria con la vertiginosa parete est del Monte Rosa. Da qui velocemente si recuperano le auto per il rientro e la cena in albergo.

Domenica:

dopo colazione, lasciamo l'hotel per scendere in auto a Verbania, il capoluogo piemontese del Lago Maggiore, dove cambiamo punto d'osservazione: anzichè ammirare il paesaggio dall'alto, oggi lo apprezzeremo più da vicino. Con un insolito urban tour passeremo la mattinata tra giardini sontuosi, viuzze strette tra muri costruiti con i ciottoli del lago, ville storiche, chiesette romaniche e un lungo lago in stile liberty dove concedersi un aperitivo di saluto. Come tutta la sponda piemontese del Lago Maggiore – da Arona alla Svizzera – anche la parte a lago del territorio di Verbania ha subìto un forte rimodellamento tra metà Ottocento e i primi del Novecento. Il paesaggio di lago era diventato oggetto d'ammirazione e di desiderio tanto che nel giro di pochi decenni ci fu un fiorire di ville signorili con giardini sempre più ricchi e sontuosi. Noi non possiamo non visitarne la più bella e famosa, quella di Villa Taranto, conosciuta nel mondo per la varietà davvero eccezionale delle sue essenze arboree, alcune rarissime, oltre che per le apprezzatissime fioriture stagionali. Usciti dai giardini botanici saliremo tra i vicoli muschiosi che fiancheggiano a lungo i giardini privati delle ville che abbelliscono il promontorio della Castagnola fino al suo culmine dove, in suggestiva posizione "eremitica" sorge la pieve romanica di S. Remigio. Ritornando per poco sui nostri passi imbocchiamo una serie di stradine acciottolate che rapidamente ci condurranno sul lungolago di Pallanza, tipico borgo lacustre asceso alla gloria di prestigiosa villeggiatura turistica negli anni '20 del Novecento. Da Pallanza lungo la litoranea, torneremo al parcheggio per le ore 13.30 circa.

Importante:

il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche e/o su indicazione da parte dell'accompagnatore.

€ 280
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Mostra che sei umano scrivendo il testo dell'immagine:
Alla scoperta di

Alla scoperta di
  • trekking sulla Linea Cadorna
  • stile Liberty del Lago Maggiore
  • Monte Spalavera

Codice vacanza: MAG19
Dove: Lago Maggiore - Piemonte
Sistemazione:

Hotel Pian Nava - Via Milano 21 - Bee (VB). L’Hotel 3 stelle è immerso nel verde delle colline del Lago Maggiore a 740 mt. Il clima mite, la posizione tranquilla e l’aria salubre, fanno di Pian Nava un ottimo luogo di vacanza e relax. La conduzione familiare e la cucina curata direttamente dai proprietari, offrono una calda accoglienza a tutti gli ospiti. Oltre ai giardini, è disponibile una terrazza-solarium all'ultimo piano dell'hotel, dove ci si può rilassare bevendo un cocktail nella splendida Jacuzzi ed ammirando un meraviglioso scorcio del lago Maggiore.


Scopri l'albergo
Accompagnatore: Guida Ufficiale del Parco Nazionale della Valgrande del team Jonas.
Quota individuale: € 280.
Supplemento singola:

€ 50.


Comprende:

sistemazione in camere condivise, trattamento di mezza pensione, percorsi guidati, accompagnatore e assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

viaggio, bevande, ingresso Villa Taranto (€ 11), trasferimenti, tassa di soggiorno e tutto quanto non indicato alla “quota comprende”


Nota bene:

i trasferimenti per i percorsi giornalieri saranno effettuati con auto private.


Alla scoperta di

Alla scoperta di
  • trekking sulla Linea Cadorna
  • stile Liberty del Lago Maggiore
  • Monte Spalavera

€ 280
per persona