Stile di vita: Attiva

Val di Fassa: trekking e mtb nelle Dolomiti

Una settimana in Val di Fassa tra sentieri e MTB. Vieni con noi a scoprire la magia dell’Enrosadira, i boschi da fiaba e la ciclabile delle Dolomiti.
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza Domenica
Vacanza adatta a

vegetariani.

€ 620 per persona

Preparati al profumo di resina, al blu cobalto del cielo e alla musica dei tuoi passi: questa è la vacanza per gli amanti del peregrinare fra sentieri e del muoversi nella natura. Non solo trekking, qui ti divertirai anche con la MTB, col giro del Latemar e 37 km di vera adrenalina o sui 48 km in discesa della ciclabile delle Dolomiti, sede della famosa "Marcialonga", tra prati, ruscelli e i masi di montagna delle valli di Fassa e Fiemme. Porta con te leggerezza e semplicità, al resto ci penseranno le Torri del Vajolet, la Val Venegia, il Lago di Carezza, la magia dell’Enrosadira e l’allegra compagnia di amici che incontrerai questa settimana. Un buon paio di scarpe quindi, uno zainetto ben accessoriato, una macchina fotografica e via... A itinerari e orientamento ci penserà l’accompagnatore, tu preparati a giornate intense e piene di profumi e colori. Seguici, ti sorprenderemo!

Domenica:

dal pomeriggio arrivo in ordine sparso in hotel e sistemazione nelle proprie camere. Prima di cena ci concediamo un po' di riposo rigenerante nel centro benessere dell'albergo. Incontro con l'accompagnatore, cena, piccolo briefing sulla vacanza che ci attende e pernottamento.

Lunedì:

dopo colazione prepariamoci al profumo di resina, al blu cobalto del cielo e alla musica dei nostri passi. Ci trasferiamo nei pressi del passo Valles da dove ci incamminiamo verso il Pian dei Casoni, entrando così nei pascoli della Val Venegia, Parco Naturale di Paneveggio e Pale di San Martino. Passiamo in sequenza le malghe Venegia e Venegiota e da qui in poi la strada si fa un po' più ripida per salire ai piedi del gruppo delle Pale al cospetto della cima del Mulaz (2.906 mt), la cima Vezzana e il Cimon della Pala (3.184 mt). Si susseguono verdi pascoli e dolci tornanti fino al culmine di fronte alla Baita Segantini, siamo arrivati al punto più alto e panoramico della nostra escursione. Dopo la sosta inizia la discesa, sulla destra si può ammirare la statua del Cristo Pensante sulla cima del Castellazzo. Si scende in direzione del Passo Rolle verso Malga Juribello, il nostro punto di riferimento, verso il punto di partenza. Sulla via del rientro possiamo visitare il museo dei violini, la riserva dei cervi, il museo del parco o fare due passi sul ponte sospeso nella forra del torrente Travignolo. Cena e facciamo una passeggiata per il centro di Soraga.

Durata e dislivello: 4h30' +550 mt

Martedì:

una buona colazione e partenza con il bus per Pera di Fassa. Con gli impianti raggiungiamo il Sentiero delle Leggende. Un sentiero per tutti, perchè la montagna non appartiene solo ad alpinisti e scalatori, che ci porta al rifugio Gardeccia (1.949 mt). Dal 1902 lo storico rifugio presidia la valle del Vajolet, immerso tra verdi prati e boschi, circondato dal Gruppo del Catinaccio, Torri del Vajolet e Dirupi del Larsèc. Spettacolo! Nel pomeriggio ci concediamo un po' di relax nel centro benessere. Cena e per chi ne ha ancora facciamo due passi per il centro di Canazei.

Durata e dislivello: 3h45' +530mt

Mercoledì:

dopo colazione prima giornata in bicicletta lungo la stupenda ciclabile delle Dolomiti. La pista, con i suoi 48 km, collega le valli di Fassa e Fiemme fra prati, ruscelli e masi di montagna, con un dislivello di appena 650 metri da percorrere in discesa, permette di trascorrere una piacevole giornata in tutta tranquillità. Prima di cena ci si ritrova tutti nel centro benessere dell'albergo. Serata nel centro di Moena.

Giovedì:

giornata in libertà. Dopo colazione il consiglio è di raggiungere Pozza di Fassa e il nuovo centro QC Terme Dolomiti, con il quale abbiamo una convenzione per l'ingresso scontato. Ben inserito nel paesaggio circostante e con il massimo rispetto per l'ambiente, è il connubio perfetto tra pace e armonia dei sensi. Offre una nuova esperienza alpina che mette al centro la qualità della vita grazie agli effetti benefici della balneoterapia termale mirata al recupero di un equilibrio fisico e spirituale. Nel centro troveremo delle cascate per rilassare i muscoli delle spalle e della schiena; idromassaggi a pavimento per tonificare i muscoli del dorso e dei glutei; idrogetti per stimolare la microcircolazione. E ancora: vasche sensoriali cromoterapiche, vasche con musicoterapia, percorso Kneipp, docce Vichy e pediluvi; saune, biosaune e hammam. Come alternativa possiamo sfruttare la nostra Val di Fassa Card e usufruire di una delle attività comprese e scontate. Ritrovo per la cena in hotel e serata in compagnia.

Venerdì:

siamo al clou della nostra settimana e oggi, dopo una sostanziosa colazione, raggiungiamo Predazzo in bici e poi le carichiamo sugli impianti del Latemar, cabinovia e seggiovia in sequenza. Arrivati a Passo Feudo si scende, prima su una strada bianca poi su strada asfaltata, verso Obereggen. Poi, con un leggero sali scendi, attraversiamo la foresta del Latemar ed avremo al nostro fianco un panorama incredibile su Catinaccio e lo Scilliar. Siamo alla sosta di metà giornata sulle rive dello splendido lago di Carezza, noto per i suoi meravigliosi colori del tutto particolari. Nella lingua ladina viene chiamato Lec de Ergobando o Arcoboàn, cioè Lago dell'Arcobaleno, un nome che si addice perfettamente a questo specchio d'acqua incantato. Si riparte per il tratto più impegnativo della nostra pedalata, la salita sterrata verso il passo di Costalunga, circa 3 km con un dislivello di 150 metri. Pausa foto nei luoghi storici frequentati in passato dalla Principessa Sissi! Dalla cima scendiamo verso Moena e poi rientriamo in albergo a Soraga dopo 37 km di vera adrenalina. Un'ultima serata assieme con uno sguardo riconoscente al cielo stellato e ai monti che, silenziosi e discreti quanto imponenti e maestosi, si sono lasciati solleticare dai nostri passi in questi giorni.

Sabato:

dopo colazione saluti e partenza libera, arrivederci Dolomiti!

Importante:

il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche e/o su indicazione da parte dell'accompagnatore.

€ 620
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Mostra che sei umano scrivendo il testo dell'immagine:
Perché Attiva

Perché Attiva
  • il giro del Latemar in MTB
  • il Sentiero delle Leggende
  • la Ciclabile Val di Fassa e Val di Fiemme

Codice vacanza: VDF19
Dove: Trentino Alto Adige - Val di Fassa - Trento
Sistemazione:

Hotel Miravalle - Soraga (TN), a gestione familiare, offre i presupposti per una vacanza all'insegna del rilassamento e del divertimento. Si trova in una zona particolarmente tranquilla e soleggiata, a pochi passi dal centro di Soraga e di Moena, con un bellissimo parco fluviale nelle vicinanze. La cucina, particolarmente curata e genuina, offre piatti nazionali e tipici della cultura ladina. Possiede una zona relax con sauna e bagno turco. Le camere tutte con bagno, cassetta di sicurezza, TV sat, radio, phon, telefono, wifi e terrazzo.


Scopri l'hotel
Quota individuale: € 620.
Supplemento singola:

€ 150.
Doppia ad uso singola: € 300.


Comprende:

sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie/triple o condivise con trattamento di mezza pensione, tour-leader, percorsi guidati, ingresso per tutta la durata del soggiorno nella zona relax dell’albergo con sauna, bagno turco, Val di Fassa Card, wi-fi e assicurazione.


Non comprende:

viaggio, bevande, tassa di soggiorno turistica, noleggio bicicletta, ingresso QC Terme Dolomiti, impianti di risalita, bike bus, eventuali trasferimenti e quanto non specificato alla voce "Comprende".
Noleggio MTB + caschetto: € 40 per 2 giorni, € 25 per 1 giorno.
Noleggio E-bike + caschetto: da € 75 per 2 giorni, da € 45 per 1 giorno.
Impianti Latemar: € 13.
Impianti Ciampedie: € 15.
Bike bus: € 7.


Vacanza adatta anche a:

vegetariani.


Nota bene:

questa vacanza è Dog Friendly! Sono ammessi cani o animali al massimo di media taglia, ma non possono accedere alla sala pranzo e al centro benessere. Si possono portare al guinzaglio sui percorsi previsti dal programma, salvo diversa indicazione da parte del tour-leader in loco. 
Si richiede massimo rispetto delle persone del gruppo e dell'ambiente che ci circonderà. Ricordiamo che spesso gli animali domestici non sono abituati a camminare a lungo, specialmente in salita e col caldo.
Molto spesso la struttura richiede un supplemento giornaliero e se necessario un contributo finale per la pulizia della stanza, da versare in loco. Cibo e tutto l'occorrente per l'animale sono a carico del cliente.
Gli animali per legge devono essere coperti da assicurazione RC, se non l'hai ancora stipulata chiedici un preventivo.


Una guida disponibile e professionale, che trasmette una grande passione per la sua terra. Questo ha permesso di vivere e scoprire intensamente le bellezze del luogo.

Daniela - Settembre 2018



Era la mia prima volta in Val di Fassa, e non c'è stato niente che non fosse al massimo. Un posto straordinario, una guida che ha fatto la differenza portandoci in posti meravigliosi. Credo proprio che ci ritornerò, grazie!

Cinzia - Agosto 2018



Le dolomiti, il gruppo, la passione, la competenza e la gentilezza della guida. Sempre presente e attento ai bisogni di ognuno.

Alberto - Agosto 2018



Perché Attiva

Perché Attiva
  • il giro del Latemar in MTB
  • il Sentiero delle Leggende
  • la Ciclabile Val di Fassa e Val di Fiemme

€ 620
per persona
Commenti:

Una guida disponibile e professionale, che trasmette una grande passione per la sua terra. Questo ha permesso di vivere e scoprire intensamente le bellezze del luogo.

Daniela - Settembre 2018



Era la mia prima volta in Val di Fassa, e non c'è stato niente che non fosse al massimo. Un posto straordinario, una guida che ha fatto la differenza portandoci in posti meravigliosi. Credo proprio che ci ritornerò, grazie!

Cinzia - Agosto 2018



Le dolomiti, il gruppo, la passione, la competenza e la gentilezza della guida. Sempre presente e attento ai bisogni di ognuno.

Alberto - Agosto 2018