Gran Canaria: trekking dal sapore coloniale - Jonas

Nella Natura

Gran Canaria: trekking dal sapore coloniale

Un nuovo paesaggio ogni giorno, una natura vibrante attraversata da profondi burroni con antiche foreste e colorati fiori. Gran Canaria un'isola dalla storia affascinante che si unisce alla natura prorompente.

Una vacanza in cui avrai la sensazione di respirare epoche antiche, in cui il rispetto della terra e della sua bellezza sono cosa comune, non a caso fa parte della riserva della Biosfera anche grazie ai suoi 86 microclimi. Luoghi che si sono fermati nello splendore del loro tempo. In quest'isola delle Canarie, i luoghi hanno mantenuto il sapore delicato dell'epoca coloniale, in cui abitazioni dai balconi decorati a contrasto spiccano in mezzo a una vegetazione rigogliosa, dove spinosi cactus convivono in piena armonia con delicati fiori dal profumo pungente. Un'isola dove l'oceano fa da contorno, ma quello che non ti aspetti è che sarà il suo entroterra a rapirti il cuore. Montagne dagli ampi orizzonti, burroni e anfratti dove si nasconde la Storia aborigena, laghetti dalle sponde fiorite e cieli tersi per ammirare le stelle. In Gran Canaria tutto è tanto.
Codice Viaggio GCATK
Durata 7 giorni 6 notti
Date
4/25 Luglio
5 Settembre
Partenza domenica
A persona da

€ 890

Chiedi info.
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la  Privacy Policy  e  Terms of Service  di Google.

Programma

Domenica
arrivo libero all'aeroporto Las Palmas, incontro con l'accompagnatore alle 18 e trasferimento in minivan all'hotel a San Mateo, che si trova immerso tra le montagne di Gran Canaria. Sarai accolto da un colorato giardino fiorito popolato da orchidee e zagare, su cui si affacciano le ampie camere dal sapore coloniale. Il porticato, gli antichi pavimenti in legno, l'orto profumato, la piscina con il suo pergolato ti regaleranno una sensazione di relax a cui dovrai solo abbandonarti prima della cena e del briefing.
Lunedì
dopo un breve trasferimento, ci mettinamo in cammino verso la vetta del Roque Nublo, uno dei monumenti naturali più significativi dell'isola, antico luogo di culto aborigeno d’importanza ancestrale, da cui potrai godere di una vista mozzafiato che sende fino la mare tra fiori e profondi burroni. Ai suoi piedi si trova Tejeda, caratteristico borgo dalle case bianche con tetti rossi e vasi di fiori, il luogo ideale per dimenticare il frastuono.
Martedì
il trekking di oggi ci porta sul Pico de las Nieves, con i suoi 1.949 m, è la vetta più alta dell’isola di Gran Canaria ed anche il suo centro. Per arrivare al punto di partenza percorreremo strade scenografiche che si arrampicano superando minuscoli e incantevoli villaggi, piccoli campi terrazzati, altopiani, burroni profondi e rocce basaltiche dalle forme inconsuete, il tutto immerso in una vegetazione verdeggiante, tra frutta esotica, alberi di eucalipto e dai caratteristici pini dell'isola. Arrivati al punto di partenza ci incammineremo in mezzo a un paesaggio che ci regalerà alte foreste e crude rocce tempestate di coloratissimi fiori.
Mercoledì
Artenara, un posto che ha il sapore antico della "magia". E' la località più alta dell'isola, un immenso balcone naturale sulla Riserva della Biosfera di Gran Canaria che lo stcrittore Miguel de Unamuno definì “tempesta pietrificata”, forse proprio per questo era anche centro spirituale degli aborigeni. Oggi visitiamo il sito archeologico dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il Risco Caìdo è un antichissimo villaggio luogo chiave della cultura aborigena delle Canarie, situato in una vasta area montuosa nel centro di Gran Canaria. Si tratta di un insieme di caverne scavate nel tufo sulla parete sinistra del barranco di Hondo, che separa i comuni di Artenara e Galgar, adibite ad uso abitativo ed a stalle fino alla fine del IX secolo. Tra esse, la caverna C6, è particolare per la presenza di una cupola con foro apicale dal quale entra la luce del sole che illumina la parete su cui sono scolpiti i triangoli (rappresentazioni del pube femminile) creando particolari effetti ottici. Si suppone che questo luogo fosse sacro e dedicato alla dea della fertilità.
Giovedì
il Parco Naturale di Tamadaba è uno dei territori più incontaminati di tutta Gran Canaria, cammineremo tra le favolose pinete canarie autoctone delle cime, le ripide scogliere della sua costa quasi inaccessibile e la ricca biodiversità dei suoi anfratti. I nostri passi, su terra rossa, ci porteranno alla "fin del mundo", un balcone naturale a strapiombo su Agaete e sulla costa da cui ammirare il Teide nella vicina Tenerife. Nel tardo pomeriggio arriveremo al nostro alloggio, un'ampia magione del XIX secolo, nel cuore della valle di Agaete, immersa tra piantagioni di agrumi, caffè. Balconi bianchi che spiccano su pareti porpora che si affacciano su un giardino di cactus e palme.
Venerdì
Trekking tra le piantagioni di caffé fino alla Finca Los Berrazales, una torrefazione e cantina dove dopo un'interessante visita faremo degustazione dei loro prodotti. Lasciamo l'ombra delle piantagioni per le piscine naturali di Agaete. Delle piscine formate dall'erosione della costa, in cui potremo tuffarci e nuotare a bordo oceano rilassandoci al sole per qualche ora. Continueremo poi con una passeggiata per vedere il centro di Agaete. Rientriamo in hotel per cena e, se vogliamo, ci concediamo due passi sotto le stelle.
Sabato
trasferimento da Agaete a Las Palmas in mattinata, in tempo per l'eventuale volo di rientro. Chi ha la fortuna di potersi fermare ancora un giorno potrà visitare la parte vecchia della città, la Vegeta e pernottare in uno dei tanti hotel storici, prima di rientrare domani in Italia. Hasta luego...

Dettagli del viaggio

Dove
Spagna
Sistemazione
Hotel Rural Las Calas a San Mateo e Hotel Las Longueras ad Agaete
Hotel Las Calas: è un maniero del XVII secolo situato in una zona naturale protetta nelle montagne di Gran Canaria e dispone di colorati giardini tropicali e di una piscina all'aperto. Nel ristorante vengono serviti deliziosi piatti mediterranei fatti in casa, preparati esclusivamente con prodotti provenienti da aziende locali e/o dall'orto.
Hotel Las Longueras: casa in stile coloniale situata nel cuore della valle di Agaete, immersa in una piantagione di arance, mango e papaia. Un'ampia magione del XIX secolo che è stata ristrutturata per accogliere gli ospiti tra affascinanti giardini, con alberi centenari e una piscina circondata da alberi di palme.


Scopri l'hotel di San Mateo
Scopri l'hotel di Agaete
Accompagnatore
Uno del team Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna durante la vacanza.
Quote
Quota individuale: € 890
Supplemento Singola: € 190
Comprende
4 notti a San Mateo e 2 notti ad Agaete, sistemazione in camere doppie/triple in due hotel coloniali, trattamento di mezza pensione,accompagnatore/interprete e percorsi guidati, spostamenti con minivan, assicurazione sanitaria e bagaglio.
Non comprende
volo per/da Las Palmas, pranzi, bevande, tassa di soggiorno se prevista, carburante e quanto non specificato alla voce "Comprende".
Note
Importante: il programma potrebbe subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche, variazioni della viabilità, turni di chiusura e/o su indicazione da parte dell'accompagnatore.
Spostamenti in loco: gli spostamenti in loco verranno effettuati con minivan, il costo del noleggio è già incluso nel prezzo. Rimangono a parte le spese per il carburante.
Partecipanti: il numero massimo di partecipanti è pari a 8.
Come arrivare
Voli diretti dall'Italia con Ryanair da Bergamo, Bologna. Con Vueling da Roma, con Binter da Torino e Venezia e con Neos da Milano e Verona. In alcuni casi è necessario aggiungere un pernottamento a fine vacanza: possiamo prenotare una sistemazione a Las Palmas/Vegueta.
Codice Viaggio GCATK
Durata 7 giorni 6 notti
Date
4/25 Luglio
5 Settembre
Partenza domenica
A persona da

€ 890

Chiedi info.
Questo sito è protetto da reCAPTCHA e la  Privacy Policy  e  Terms of Service  di Google.

Altre idee di viaggio