Stile di vita: Nella natura

Val di Fassa: weekend lungo con le ciaspole

Coming soon Un finesettimana con le ciaspole in Val di Fassa fra le Torri del Vajolet, il Sassolungo, il Latemar, la magia dell’Enrosadira e l’allegra compagnia di un gruppo con i fiocchi.
Durata
4 giorni e 3 notti
Partenze
Date
Partenza Giovedì
Vacanza adatta a

vegetariani.

€ 270 per persona

Natura e sport sono il binomio di questa iniziativa: ciapolare è l’attività perfetta per l’amante del trekking. Tre giorni dedicati al bianco peregrinare tra boschi e sentieri circondati dal profumo di neve, il canto dei boschi e l’aria pura da respirare a pieni polmoni. Siamo nella terra dei Ladini, popolo fiero e ricco di folklore che da ben duemila anni è l’amorevole custode della Val di Fassa. Fiabe e leggende sussurrate ad ogni passo dal Piccolo Popolo, che si narra abiti ancora i boschi, i villaggi e i monti di questo angolo di Trentino  accompagneranno l’esploratore nei suoi candidi sentieri. Intono lo scenario delle Torri del Vajolet, il Sassolungo, il Latemar, la magia dell’Enrosadira a te basta un paio di ciaspole, uno zaino, una macchina fotografica e via per questa nuova avventura tanto intensa quanto rigenerante.

Giovedì: dal pomeriggio arrivo in ordine sparso in hotel e sistemazione nella proprie camere. Prima di cena ci concediamo un po' di riposo rigenerante nel centro benessere dell'albergo. Incontro con l'accompagnatore, cena, piccolo briefing sulla vacanza che ci attende e pernottamento.
Venerdì: colazione e passeggiata con le ciaspole nella conca di Fuciade al Passo di San Pellegrino. Dopo aver raggiunto con lo ski-bus passo San Pellegrino si imbocca a piedi la strada che porta alla conca di Fuciade con una deviazione si percorre una mulattiera della prima guerra mondiale che ci conduce in direzione della Valfredda. A questo punto con le ciaspole ai piedi ci addentriamo in una foresta di larici dove, il silenzio e la pace la fanno da padroni, fino a sbucare nella Valfredda con un panorama spettacolare verso Cima uomo e passo delle Cirelle nel gruppo della Marmolada. Il percorso incomincia a diventane più ripido, salendo ancora un po' alle nostre spalle lo scorcio che abbiamo sulle Pale di san Martino è impagabile. A questo punto ci troviamo sulle radure che sovrastano la conca di Fuciade, intravediamo già le tipiche baite in legno non ci resta che scendere e raggiungere il Rifugio. Al Rifugio Fuciade, conosciutissimo ristorante della zona, ci rifocilliamo nelle antiche stube ladine poi godiamo del panorama sulla terrazza panoramica… A questo punto siamo già sulla via del ritorno, non ci rimane che camminare per altri 4 km tra prati e boschi innevati per tornare a Passo san Pellegrino. Rientro e riposo rigenerante nel centro benessere dell'albergo prima di cena.
Sabato: colazione e ciaspolata in Val S. Nicolò. A Pozza di Fassa in cima al abitato di Meida raggiungiamo la zona della Soldanella. Da qui si sale per un sentiero nel bosco fino alla Malga Crocifisso con la sua graziosa chiesetta; alle nostre spalle uno scorcio verso il gruppo del Catinaccio. Siamo al bivio tra la val Monzoni e la val S. Nicolò, noi svoltiamo a sinistra verso la seconda e per proseguire la nostra salita con scorci sul ruscello ghiacciato e sui pilastri di roccia dei Maerins palestra naturale di molti climbers locali. Finita la salita più impegnativa la vallata si apre, a questo punto possiamo ciaspolare tra i prati innevati del alpeggio della val San Nicolò con il Col Ombert che sovrasta imponente la vallata. Arriviamo infine al Rifugio Baita Ciampié dove possiamo rifocillarci e godere a pieno del panorama. A questo punto incomincia la via del ritorno, per chi vuole è anche possibile fare la discesa con gli slittini! Rientro e riposo rigenerante nel centro benessere dell'albergo prima di cena.
Domenica: colazione e passeggiata alla malga Peniola. È già domenica, ma perché non fare ancora una passeggiata in compagnia. Dal hotel si segue la pista della famosa Marcialonga fino al abitato di Moena, salendo in direzione del gruppo del Latemar si passeggia nei boschi salendo fino a dos Budon dove si ha uno scorcio panoramico sul abitato. Proseguendo per altri 45 minuti si raggiunge la radura della Malga Peniola un borgo antico con Masi, Fienili e la chiesetta dove si assapora ancora il profumo della vita di una volta. Qui troviamo un bar - ristorante dove possiamo riposarci e assaggiare qualche specialità prima di ritornare a valle. Tornado si può fare una visita al cento di Moena, il salotto della Val di Fassa, ultimi pensierini prima di tornare a casa.
Importante: il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche e/o su indicazione da parte dell'accompagnatore.
€ 270
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Codice vacanza: WVDFC
Sistemazione:

Hotel Miravalle*** - Soraga (TN), a gestione familiare, offre i presupposti per una vacanza all'insegna del rilassamento e del divertimento. Si trova in una zona particolarmente tranquilla e soleggiata, a pochi passi dal centro di Soraga e di Moena, con un bellissimo parco fluviale nelle vicinanze. La cucina, particolarmente curata e genuina, offre piatti nazionali e tipici della cultura ladina. Possiede una zona relax con sauna e bagno turco. Le camere tutte con bagno, cassetta di sicurezza, TV sat, radio, phon, telefono, wifi e terrazzo.


Scopri l'hotel
Quota individuale: € 270.
Supplemento singola:

€ 50.


Comprende:

sistemazione in hotel 3 stelle in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione, accompagnatore e percorsi guidati, ingresso per tutta la durata del soggiorno nella zona relax dell'albergo con sauna, bagno turco, noleggio ciaspole, wi-fi e assicurazione.


Non comprende:

viaggio, bevande, tassa di soggiorno turistica e quanto non indicato alla voce "Comprende".
Tassa di soggiorno turistica: € 1 per persona a notte, da saldare in loco.


Accompagnatore:

uno dell'équipe di Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna lungo i percorsi guidati previsti dal programma. E' esperto dei luoghi che si visitano e ci mette tutta la passione per farti vivere una vacanza speciale.


Vacanza adatta anche a:

vegetariani.