Stile di vita: Attiva

Cilento: in bici lungo la via Silente

Una vacanza in bici che ci mostrerà cosa visitare nel Cilento, pedaleremo tra Paestum, Agropoli e il Parco Nazionale Vallo di Diano fino alle bellissime spiagge campane.
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza domenica
Vacanza adatta a

vegani, vegetariani, celiaci

€ 620 per persona

Questo tour ti porterà alla scoperta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, lungo le strade della Via Silente, un percorso cicloturistico dove il silenzio è il protagonista assoluto. Partirai dai favolosi templi di Poseidonia per poi volgere lo sguardo al Cilento Interno. Dal mare le strade montano ripide e oltre i tornanti ti troverai circondato da un paesaggio rurale e arcaico: aria frizzante di collina e fascino di paesi raccolti e straordinari, ambienti intimi e familiari dove a rompere il silenzio sono solo i rintocchi dell’orologio del campanile. Il viaggio continua e giungerai nuovamente al mare, lungo la strada che serpeggia lungo tutta la costa cilentana fino ad Agropoli, ultima tappa del nostro viaggio. Qui l’asfalto si snoda in mille curve e ogni curva è uno spettacolo diverso: uno scenario dalla bellezza selvaggia, dove acque cristalline lambiscono incontaminate coste rocciose e foreste spuntano da alte vette.

Domenica: arrivo a Paestum e sistemazione in hotel. Visita al parco archeologico di Paestum e, successivamente, incontro con la guida e briefing della vacanza. Cena di gruppo e pernottamento.
Lunedì: colazione e partenza in bici alla scoperta del territorio che circonda le rovine di Paestum. Oggi, il nostro giro ci porta alla scoperta di piccoli centri medievali arroccati sulle colline che circondano la piana del Sele, da cui è possibile godere una vista spettacolare sulla costa cilentana ed amalfitana, su fino a Capri. Iniziamo a pedalare verso sud, fino a quando una panoramica stradina sulla destra ci conduce fino al piccolissimo paese di Finocchito. Qui ci fermiamo per riposare sulla piazzetta antistante alla chiesa e assaporare il silenzio che caratterizza questi luoghi. Si prosegue in direzione di Cicerale che deve il suo nome all'espressione latina Terra quae cicera alit cioè terra che nutre i ceci. Per mantenere ancora viva la coltivazione di questo legume sul territorio, l'amministrazione comunale garantisce ad ogni residente una manciata di semi da coltivare. La strada su cui proseguiamo in bici lambisce l'invaso più grande dell'intero territorio del Cilento e del Vallo di Diano: la Diga dell'Alento. Attorno alla diga sorge l'Oasi Fiume Alento, luogo ideale per gli appassionati di birdwatching. Ci dirigiamo poi verso Giungano, dove sarà possibile assaporare un'altra eccellenza tipica del Cilento, il Fico Bianco, di solito conservato allo stato secco, ottima fonte di energia per continuare la nostra pedalata. Attraversato Giungano, proseguiamo nuovamente verso Paestum, circondati dal verde e dallo scorrere placido del fiume Trabe. Prima di rientrare in albergo faremo una sosta in una delle tante fattorie di bufale della zona, per assaporare la mitica mozzarella oppure prendere un gelato al latte di bufala. Infine, cena e pernottamento.
Martedì: oggi avremo il nostro primo assaggio di Cilento Interiore, quello più autentico. Dopo colazione, inizieremo a pedalare lungo strade poco trafficate, che si addentrano verso l'interno aggirando i fianchi delle montagne che caratterizzano la parte centrale del Cilento. Il profumo penetrante della campagna circostante ci accompagnerà fin verso Trentinara, posto su un costone roccioso a picco sulla sottostante Valle delle Sele. La fatica fatta per arrivare fin quassù, verrà ripagata dalla vista straordinaria che si gode dal paese. Proprio per la sua posizione, Trentinara è conosciuta come la Terrazza del Cilento: dalla famosa piazzetta panoramica in cima al paese, lo sguardo potrà spaziare dalla Costiera Amalfitana fino a Punta Campanella e Capri. Il tempo di un caffè, e siamo di nuovo in bici. Adesso si pedalerà lungo un percorso leggermente ondulato, ma senza bruschi cambiamenti di pendenza, attraversando molti paesini che caratterizzano il cuore del Cilento: Monteforte Cilento, Magliano Vetere, Capizzo, Magliano Nuovo, splendidamente arroccato su uno sperone di roccia, fino ad arrivare a Stio, ultima tappa del nostro viaggio odierno, sede del Museo Trotta, della bottega artigianale dei fratelli Campetiello, i maestri liutai del Cilento, e di un centro storico tra i più belli della Via Silente. Cena e pernottamento.
Mercoledì: il percorso prosegue lungo un paesaggio fortemente rurale, da assaporare lentamente, con viste mozzafiato su tutto il Parco. La nostra prima tappa sarà Moio della Civitella, sede della manifestazione Mojoca. Ogni anno, nei primi di Agosto, il paese si trasforma in un grande palcoscenico richiamando tra i suoi vicoli e le sue piazzette, artisti di strada provenienti da ogni parte d'Italia. Se disponibile, potremo passare a fare visita al laboratorio del grande artista scultore Emanuele Stifano che sarà ben felice di mostrarci le sue opere e parlarci del suo lavoro. Il pomeriggio prosegue verso un altro paesino dove un altro grande autore cilentano, il pittore Mario Romano, ci aspetterà nella sua casa museo e, se saremo fortunati, ci accompagnerà in visita alle antiche chiese del paese. Attraverso una bella discesa sino alla sottostante valle, raggiungiamo di nuovo la Piana dell'Alento. Per strade secondarie ci dirigiamo verso il nostro agriturismo, dove avremo l'occasione di assaggiare un altro prodotto tipico della cultura gastronomica cilentana: il cacioricotta, un formaggio fatto… Cena e pernottamento.
Giovedì: colazione e giro in bici intorno al Monte Stella. Lasciato il nostro agriturismo, dopo un breve tratto pianeggiante ideale per scaldarci le gambe, cominciamo a risalire su un tratto collinare attraversando diversi paesi tra cui Omignano, dove, a ridosso della piazzetta, è possibile visitare il minuscolo laboratorio dell'artigiano cestaio Giuseppe Giuliano. Più avanti è quasi d'obbligo una sosta al Caffè letterario, luogo dove idee e pensieri prendono forma, fortemente voluto da Angelo Vassallo, il Sindaco Pescatore. Il nostro giro ci conduce verso lo splendido mare di Acciaroli: la strada, tutta in discesa è ricca di curve e attraversa terrazzamenti coltivati ad olivo. Sorto come suggestivo borgo di pescatori, Acciaroli è diventato nel tempo località turistica balneare di rilevanza nazionale. Una sosta nella piazzetta antistante al piccolo porticciolo, sovrastato da una torre normanna e si prosegue lungo la costa, avendo costantemente il mare alla nostra destra. Ultima tappa paese prima di rientrare in agriturismo sarà il museo del mare e della dieta mediterranea, da dove è stato lanciato nel mondo il concetto di Dieta Mediterranea, grazie ad eminenti studiosi come il Prof. Ancel Keys, illustre fisiologo dell'Università di Minneapolis, che a partire dagli anni Settanta decisero di trasferirsi in questo piccolo borgo, interessati dalla longevità delle persone residenti e dal loro stile di vita ed alimentare. Dopo raggiungeremo il nostro agriturismo per la cena e il pernottamento.
Venerdì: oggi puntiamo verso Agropoli, la porta del Cilento. Fatta colazione, riprendiamo nuovamente la Via del Mare verso i borghi marinari di San Marco di Castellabate, Santa Maria di Castellabate. Poco dopo lasciamo nuovamente la costa per addentrarsi nel cuore del Cilento. Fino a raggiungere lo scenario del famoso film Benvenuti al Sud. Vale assolutamente la pena affrontare i 5 km di salita costante che separano il paese dalla costa. Una volta arrivati lassù la vista è mozzafiato e sarebbe un peccato non visitare il borgo, lasciandosi portare dal dedalo dei vicoli, dei cortili e delle scalinate che formano fittissime ragnatele urbane, il tutto dominato dal castello, costruito per volontà di Costabile Genticolore. Lasciata Castellabate, riprendiamo nuovamente la Via del Mare, una sosta per un buon gelato in una delle gelaterie del posto e siamo di nuovo in bici verso Agropoli, ultima tappa del nostro viaggio in Cilento. Arrivati al nostro hotel, situato proprio sul lungomare della cittadina, lasciamo le nostre bici e ci dedichiamo alla visita del centro storico di Agropoli, uno dei più belli dell'intero Cilento, sia per la perfetta conservazione dell'impianto urbanistico tardomedievale, sia per la sua incantevole posizione panoramica a strapiombo sul mare. Dopo la visita, cena e pernottamento.
Sabato: dopo colazione partenza e saluti.
€ 620
per persona

Richiedi maggiorni informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto le condizioni sulla Privacy: Sì No

Cosa ti aspetta

Cosa ti aspetta
  • tutta la costa cilentana con scenari mozzafiato
  • strade montane e ripidi tornanti
  • l’area archeologica di Paestum.

Codice vacanza: CIL17
Sistemazione:

gli indirizzi degli hotel saranno forniti ad iscrizione avvenuta. Hotel 3 stelle o agriturismi.


Quota individuale: € 620.
Noleggio bici:

€ 50.


Noleggio bici elettrica:

€120


Supplemento singola:

€ 100.


Comprende:

sistemazione in camere doppie/triple con bagno, trattamento di mezza pensione, accompagnatore, trasporto bagaglio da hotel a hotel, percorso guidato, assicurazione sanitaria e bagaglio, materiali turistici e tassa di soggiorno.


Non comprende:

viaggio, bevande, visite e musei e quanto non indicato alla voce “Comprende”.


Accompagnatore:

uno dell'équipe di Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna lungo i percorsi guidati previsti dal programma. È esperto dei luoghi che si visitano e ci mette tutta la passione per farti vivere una vacanza speciale.


Vacanza adatta anche a:

vegani, vegetariani, celiaci


Cosa ti aspetta

Cosa ti aspetta
  • tutta la costa cilentana con scenari mozzafiato
  • strade montane e ripidi tornanti
  • l’area archeologica di Paestum.

€ 620
per persona