Stile di vita: Attiva

E-mozionati: alla scoperta dell'Abruzzo in E-bike

Vivi una settimana in E-Bike in Abruzzo tra antichi borghi e forti sapori, scoprendo il lato piu' autentico di questa regione italiana.
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza domenica
€ 670 per persona

Con E-motion, in sella alle nostre E-Bike potrai "gustarti" un’esperienza divertente e sostenibile per scoprire in modo originale l'Abruzzo e la sua natura, arte e storia. Vieni a conoscere da vicino una regione ricca di straordinarie testimonianze storico-culturali, immerse in uno scenario paesaggistico tra i più suggestivi dell'Appennino, attraverso quei luoghi meno noti che il nostro accompagnatore ti farà amare con aneddoti e curiosità. Inoltre, questo tour coinvolge le aree interessate dal progetto Hera, proposto per la gestione e per la promozione del turismo sostenibile, ripercorrendo parte degli itinerari previsti nel progetto, costruendo un percorso attraverso la storia d'Abruzzo. Assaporare luoghi e cultura andando in bicicletta, pedalando dolcemente e senza fatica, non ti sarà mai sembrato così facile! 

Domenica:

arriviamo nella splendida cornice del borgo di Scanno. Ci incontriamo con l'accompagnatore e ci prepariamo per l'aperitivo di benvenuto e la cena legata ai prodotti del territorio.

Lunedì:

dopo colazione partiamo per Anversa lasciando il Lago e attraversando le splendide Gole del Sagittario. Prima di arrivare al Lago di San Domenico dove potremo visitare l’Eremo, vedremo il borgo di Villalago. Raggiunta Anversa degli Abruzzi, svolteremo per Cocullo, il famoso paese dei serpari, ammirando il suo vecchio borgo. Ci dirigeremo verso l’arrivo della tappa e incontreremo un altro borgo tra i più belli d’Italia: Bugnara. L'arrivo in hotel ci permetterà di rilassarci e riposare, ma ora prepariamoci per una buona cena tipica abruzzese.

Martedì:

la partenza ci riserva subito il primo dei borghi odierni: Introdacqua. La strada prosegue poi verso Sulmona, la capitale Peligna. Usciremo dal centro abitato per dirigerci verso Badia Bagnaturo per ammirare la splendida Abbazia Celestiniana di Santo Spirito al Morrone, sede del Parco Nazionale della Majella. Seguiremo il percorso fino a Pratola Peligna e da lì fino a Corfinio. L'aperitivo sarà un'esperienza culinaria che ci farà conoscere i sapori territoriali, da approfondire poi nella cena in allegria. 

Mercoledì:

colazione abbondante e poi, dopo aver lasciato Corfinio, raggiungiamo Raiano e le splendide Gole di San Venanzio con visita all’Eremo incastronato nella roccia. La strada ci permette poi di proseguire verso la capitale della Valle Peligna, Sulmona attraverso Prezza, centro abitato conosciuto anche come porta d’ingresso della Valle Subequana. Scenderemo finalmente nel centro storico di Sulmona per visitare il centro storico ed i monumenti in esso presenti. Rientriamo in hotel, pronti per la cena?

Giovedì:

il quinto giorno di escursione ci riserva un giro ad anello che permetterà di conoscere il borgo di Pacentro, 7° borgo fra i più belli d’italia. Il borgo medioevale, è la porta naturale e al tempo stesso il cuore del Parco Nazionale della Maiella. Il paese si trova a 700 m d’altitudine ma l’altimetria del suo territorio va dai 430 ai quasi 2800 m di Monte Amaro, la vetta della Maiella. Rientriamo a Sulmona per la cena.

 

Venerdì:

oggi le escursioni si svilupperano lungo i 3 Fiumi: Sagittario, Aterno, Tirino con la confluenza delle acque nel paese di Popoli. Ma prima punteremo verso le Gole di San Venanzio, in località Raiano per visitare l’Eremo di San Venanzio. Saliremo poi a Vittorito, luogo di vino eccelso per scendere fino alle sorgenti del Fiume Pescara per un bagno rinfrescante prima di arrivare in hotel. Ultima cena assieme, brindiamo a questa settimana in bici!

Sabato:

è già l'ora dei saluti, speriamo di vederci per un'altra vacanza in buona compagnia!

Importante:

il programma potrebbe subire variazioni, in base al turno di chiusura dei luoghi che andremo a visitare e alla condizioni metereologiche.

€ 670
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Perché Attiva

Perché Attiva
  • escursione lungo i 3 fiumi
  • fino alle Gole di San Venanzio
  • una pedalata nel Parco Nazionale della Majella

Codice vacanza: LAQ19
Dove: Abruzzo - Parco Naz. d'Abruzzo - Castel di Sangro
Sistemazione:

gli indirizzi delle sistemazioni saranno forniti ad iscrizione avvenuta. Hotel 3 stelle, B&B, residenze o agriturismi.


Quota individuale: € 670
Noleggio bici elettrica:

€ 100.


Comprende:

sistemazione in camere doppie/triple, trattamento di mezza pensione, trasporto bagaglio da hotel a hotel, accompagnatore, percorsi guidati, assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

viaggio, bevande, una cena, tassa di soggiorno e quanto non indicato alla voce “Comprende”.


Accompagnatore:

uno del team Jonas per tutta la durata del viaggio che coordina il gruppo e lo accompagna lungo i percorsi guidati previsti dal programma. È esperto dei luoghi che si visitano e ci mette tutta la passione per farti vivere una vacanza speciale.


Possibilità di visitare l'Abruzzo in modo ecologico, una regione straordinaria. Guida competente e paziente.

Luigi - Agosto 2018



La bellezza artistica e naturalistica dei luoghi, la compagnia divertente, la gentilezza degli abitanti, la cucina squisita.

Leonardo - Agosto 2018



Contatto con la natura, una vacanza attiva che non tralascia l'aspetto gastronomico, ma d'altronde in Italia non si sbaglia mai.

Stefania - Agosto 2018



Perché Attiva

Perché Attiva
  • escursione lungo i 3 fiumi
  • fino alle Gole di San Venanzio
  • una pedalata nel Parco Nazionale della Majella

€ 670
per persona
Commenti:

Possibilità di visitare l'Abruzzo in modo ecologico, una regione straordinaria. Guida competente e paziente.

Luigi - Agosto 2018



La bellezza artistica e naturalistica dei luoghi, la compagnia divertente, la gentilezza degli abitanti, la cucina squisita.

Leonardo - Agosto 2018



Contatto con la natura, una vacanza attiva che non tralascia l'aspetto gastronomico, ma d'altronde in Italia non si sbaglia mai.

Stefania - Agosto 2018