Stile di vita: Nella natura

Belle e possibili: trekking tra le Piccole Dolomiti

Una vacanza all’insegna della natura, tra morbidi pascoli e scorci selvaggi. Un programma di trekking nell’Anello Ecoturistico delle Piccole Dolomiti, perfetto per chi ama le belle passeggiate in montagna.
Durata
7 giorni e 6 notti.
Partenze
Date
Partenza Domenica
Vacanza adatta a

vegetariani e celiaci.

€ 620 per persona

Le Piccole Dolomiti offrono panorami e colori unici, salvaguardati dalla frenesia della quotidianità e del rumore grazie ad una tacita alleanza tra la natura e gli abitanti della Valle dell’Agno. Qui tutto è pace, natura, angoli dolci che si alternano a scorci selvaggi, sentieri da percorrere tra malghe e vecchi rifugi. Svuota la mente, abbraccia con gli occhi le distese di pascoli verdi e i boschi, riempi i polmoni di aria buona e goditi la vista che spazia sulla vallata, fino alla Pianura. Camminando al cospetto dei Grandi Alberi, veri monumenti viventi che sorvegliano il passaggio di pastori ed escursionisti, rimarrai affascinato dal loro alone fatto di storie e miti dei nostri antenati. Al termine di questa vacanza l’immagine del tuo gruppo in quest’oasi di pace sarà la cartolina più bella da conservare.

Domenica:

arrivo a Recoaro Terme nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Escursione serale fino al panoramico Monte Spitz, splendida altura che sovrasta il paese di Recoaro e la sua valle. E' un percorso facile che, dalla stazione di arrivo della cabinovia a Recoaro Mille, conduce alla sommità del Monte Spitz, a poco più di 1.100 metri di quota, lungo un agevole sentiero nella faggeta. Dall'alto dello Spitz, che in cimbro significa punta, sarà come volare sulla vallata e sulle luci che la punteggiano, un modo singolare per iniziare la vacanza e per fare gruppo.

Dislivello: +150 -150 

Lunedì:

cammineremo attraverso le dolci ondulazioni dell'Altopiano delle Montagnole, incontrando numerosi Grandi Alberi, con il loro alone leggendario fatto di storie e miti dei nostri antenati. Il sentiero dei Grandi Alberi è un itinerario che ci farà conoscere numerosi patriarchi vegetali, veri e propri monumenti viventi che, dall'alto della loro età e imponenza, costituiscono un patrimonio storico e culturale oltre che naturalistico e ambientale. Fra tutti i Grandi Alberi spicca il maestoso Linte delle Montagnole, un tiglio monumentale dall'età plurisecolare e dalla circonferenza del tronco superiore ai cinque metri. Il percorso si snoda lungo un verdeggiante altopiano, che si estende alla base delle selvagge pareti delle Piccole Dolomiti. Lungo il cammino incontreremo una tradizionale malga, nella quale si ripete da secoli la tradizionale produzione di formaggio, ricotta, burro e fioreta.

Dislivello: +200 -200

Martedì:

escursione in ambiente dolomitico, con salita dalla Gazza al Passo Ristele, valico di comunicazione tra le Piccole Dolomiti e la Lessinia Veronese. Dall'alto delle montagne, se il cielo sarà terso, vedremo brillare in lontananza il Lago di Garda e il mare Adriatico. Si parte dal rifugio Cesare Battisti e proseguendo per il sentiero che porta Malga Rove, ad un bivio si segue il segnavia che porta al passo Ristele. La salita volge dapprima attraverso il bosco, quindi in uno stretto e ripido canalone che sbuca ai 1.600 metri del passo. Qui la vista si apre sull'alta valle del Chiampo e sulla Lessinia, un ambiente dolce e verdeggiante, in netto contrasto con gli ultimi metri del canalone di ascesa. Dal Ristele si continua la salita, ora molto più dolce, sino ai 1.800 metri del magnifico Passo Zevola, alla base dell'omonima cima, eventualmente raggiungibile in un altro quarto d'ora di salita. La discesa conduce dapprima al passo della Lora e quindi al sottostante rifugio alla Gazza.

Dislivello: +600 -600

Mercoledì:

partiamo a piedi dall'hotel per salire tra i sentieri fino alla località Ronchi. Lungo la strada incontreremo una piccola centrale idroelettrica, risalente ai primi anni del secolo scorso, curiosa testimonianza di archeologia industriale della vallata dell'Agno. Al termine della salita ci attende una piacevole sosta con visita ad una stalla e incontro con il casaro. Insieme alla sua famiglia lavora il latte secondo l'antica tradizione locale. Assaggiamo? Al termine pranzo in compagnia e un po' di relax all'aria aperta. Nel pomeriggio rientriamo a piedi in hotel.

Dislivello: +300 -300

Giovedì:

giornata libera. Se abbiamo voglia di camminare ancora c'è la Strada delle 52 Gallerie del Pasubio, il paesaggio e la sua storia ci stupiranno. Se invece abbiamo voglia di qualcosa di più rilassante possiamo cogliere l'occasione per visitare come si deve lo splendido centro di Vicenza, i suoi palazzi e musei e l'imperdibile Teatro Olimpico. Anche il lago di Garda non è lontano, possiamo concederci un po' di sole su una delle sue spiagge, oppure Gardaland, Sealife o in uno dei numerosi acqua-parchi della zona.

Dislivello: +800 (Strada delle 52 Gallerie del Pasubio)

Venerdì:

da località La Guardia saliremo lungo il Sentiero delle Mole, seguendo la selvaggia Val Rotolon e ammirando la spettacolare cava di macine da mulino, la cui attività estrattiva si perde nella notte dei tempi. Giunti nella conca di Campogrosso, nel cuore delle Piccole Dolomiti a 1.450 metri di quota, dopo aver incontrato numerosi reperti della Grande Guerra, sosteremo al rifugio per un pranzo in allegria. E' un percorso che si snoda nell'alta valle, lungo le antiche vie dei contrabbandieri, e quindi tra i pianori dell'Alpe di Campogrosso, nel cuore delle Piccole Dolomiti. Lungo il sentiero si incontrano molte opere risalenti alla Grande Guerra, il tutto in una natura prodiga e lussureggiante. Di notevole interesse storico sono i cippi confinari, risalenti ad alcuni secoli fa, ancora presenti lungo la vecchia linea di confine tra Repubblica di Venezia e Impero Austroungarico. La linea di confine è rimasta tale fino alla Prima Guerra Mondiale e attualmente coincide con il passaggio dal Veneto al Trentino Alto Adige. Il Sentiero delle Mole conduce a una vecchia cava di macine da mulino, dove la Storia deve ancora raccontare verità e segreti.

Dislivello: +400 -400

Sabato:

escursione attraverso i boschi e i pascoli della Valle della Lora fino al panoramico Monte Rove, alle pendici della Catena delle Tre Croci. Percorreremo pascoli verdeggianti, dove un tempo abbondavano le malghe e andremo a conoscere l'ambiente naturale della torbiera, con la sua flora particolare e pregevole. Passeggiata tranquilla in un angolo dai panorami e dai colori unici, per scrivere nel nostro diario le ultime pagine di una vacanza da ricordare. Nel primo pomeriggio rientreremo in albergo. Saluti e partenza.

Dislivello: +250 -250

Importante:

il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni atmosferiche e/o su indicazione da parte dell'accompagnatore.

€ 620
per persona

Richiedi maggiori informazioni
o disponibilità per questa vacanza

Accetto ricevere la vostra newsletter Sì No
Perchè Nella Natura

Perchè Nella Natura
  • escursione serale Monte Spitz
  • camminare all'ombra dei Grandi Alberi
  • il selvaggio sentiero della Mole

Codice vacanza: REC19
Dove: Veneto - Piccole Dolomiti - Vicenza
Sistemazione:

Hotel Trettenero - Recoaro Terme (VI). Hotel 4 stelle situato nel centro di Recoaro Terme, cuore delle Piccole Dolomiti Vicentine. A disposizione gratuita sauna, palestra, vasca idromassaggio all’aperto e servizio massaggi (su prenotazione e a pagamento).


Scopri l'hotel
Accompagnatore: uno del team Jonas esperto dei luoghi, che coordina ed accompagna il gruppo durante la vacanza.
Quota individuale: € 620.
Supplemento singola:

€ 150.
Doppia uso singola: € 300.


Comprende:

sistemazione in camere doppie/triple o condivise con servizi in hotel 4 stelle, trattamento di mezza pensione con colazioni a buffet, cene tipiche con piatti della cucina vicentina, acqua e vino al tavolo, cestini per i pranzi al sacco, tour-leader, percorsi guidati e assicurazione sanitaria e bagaglio.


Non comprende:

viaggio, bevande, tassa di soggiorno, pranzo al sacco del giorno libero, pranzi in rifugio e quanto non specificato alla voce “Comprende”.


Vacanza adatta anche a:

vegetariani e celiaci.


Nota bene:

questa vacanza è Dog Friendly! Sono ammessi cani o animali al massimo di media taglia, ma non possono accedere alla sala pranzo e al centro benessere. Si possono portare al guinzaglio sui percorsi previsti dal programma, salvo diversa indicazione da parte del tour-leader in loco. 
Si richiede massimo rispetto delle persone del gruppo e dell'ambiente che ci circonderà. Ricordiamo che spesso gli animali domestici non sono abituati a camminare a lungo, specialmente in salita e col caldo.
Molto spesso la struttura richiede un supplemento giornaliero e se necessario un contributo finale per la pulizia della stanza, da versare in loco. Cibo e tutto l'occorrente per l'animale sono a carico del cliente.
Gli animali per legge devono essere coperti da assicurazione RC, se non l'hai ancora stipulata chiedici un preventivo.
Gruppi auto: gli spostamenti, seppur brevi, saranno effettuati con le auto dei partecipanti.


E' stata la mia prima esperienza di vacanza trekking in montagna e posso ritenermi soddisfatta. Quello che ho apprezzato di più è stato il contesto naturalistico in cui ho avuto la possibilità  di immergermi.

Nadia - Agosto 2018



Ho  incontrato un gruppo di persone molto piacevoli e simpatiche, con cui ho potuto ammirare a pieno i bellissimi posti dove la nostra guida esperta ci ha portati.

Daniela - Agosto 2018



Paesaggio bellissimo da ammirare insieme alle conoscenze trasmesse dalla guida.

Fabio - Agosto 2018



Perchè Nella Natura

Perchè Nella Natura
  • escursione serale Monte Spitz
  • camminare all'ombra dei Grandi Alberi
  • il selvaggio sentiero della Mole

€ 620
per persona
Commenti:

E' stata la mia prima esperienza di vacanza trekking in montagna e posso ritenermi soddisfatta. Quello che ho apprezzato di più è stato il contesto naturalistico in cui ho avuto la possibilità  di immergermi.

Nadia - Agosto 2018



Ho  incontrato un gruppo di persone molto piacevoli e simpatiche, con cui ho potuto ammirare a pieno i bellissimi posti dove la nostra guida esperta ci ha portati.

Daniela - Agosto 2018



Paesaggio bellissimo da ammirare insieme alle conoscenze trasmesse dalla guida.

Fabio - Agosto 2018